Dal 1998, tanti tentativi di imitazione!                       

 





CAPOTOSTI

 

 

 
100km del Passatore: Calcaterra e lo spettacolo garantito
Edizione numero 45 per la gara che ripercorre "Le vie del Sangiovese" e che rappresenta l'ultramaratona di maggior prestigio in Europa
La è stata presentata a Palazzo Vecchio a Firenze. L’ultramaratona, anche quest’anno denominata “Le vie del Sangiovese”, è promossa ed organizzata dall’associazione faentina 100 Km del Passatore insieme all’omonima Società del Passatore, Uoei, Admo, Csen e Cai, Consorzio Vini di Romagna, ai Comuni di Faenza, Firenze, Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi e Brisighella, e alle Province di Ravenna e Firenze.
Anche quest’anno Consorzio Vini di Romagna (sponsor tecnico della 100 Km del Passatore) ha voluto abbinare lo slogan “le vie del Sangiovese” alla manifestazione, in omaggio alle strade battute dai partecipanti durante il percorso che lega la Toscana alla Romagna, terre dove viene coltivato il vitigno “Sangiovese” e dal quale vengono ricavati vini d’alta qualità come il Chianti (in Toscana) e il Sangiovese (in Romagna).
La Firenze-Faenza continua ad essere l’ultramaratona di maggior tradizione e prestigio internazionale tra le oltre 150 che si disputano ogni anno in tutto il mondo, anche quale strumento di promozione del podismo, delle relazioni tra i popoli e dell’ambiente.
Lo conferma il numero record degli iscritti. A meno di due settimane dalla partenza (sabato 27 maggio, ore 15:00, da via de’ Calzaiuoli) risultano 2.780 gli atleti attualmente iscritti.
Tra loro, oltre 400 donne, circa 1112 esordienti, 365 toscani (dei quali oltre 150 fiorentini), 491 emiliano romagnoli ed oltre 90 atleti provenienti da 30 paesi (Albania, Argentina, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Croazia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, India, Irlanda, Israele, Kazakistan, Olanda, Perù, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica di San Marino, Romania, Russia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ucraina, Ungheria e Usa); iscritti anche 22 praticanti del nordic walking, disciplina che assegnerà il sesto titolo italiano Csen di specialità.
I FAVORITI
Insieme a Giorgio Calcaterra, reduce dalla vittoria della Sahara Marathon, oltre che del quarto posto mondiale alla Wings for Life World Marathon (dove vinse lo scorso anno) e vincitore delle ultime undici edizioni della Firenze-Faenza, oltreché recordman della stessa (6:25:47), fanno parte del lotto dei favoriti il sublacense Marco D’Innocenti (tre volte 2° al ‘Passatore’ tra 2006 e 2009), il faentino Mirco Gurioli (6° assoluto alla Firenze-Faenza 2017), il torinese Daniele Gaido (1° alla 100 km delle Alpi 2014), il rodigiano Nicola Zuccarello (1° alla 100 km del Tricolore 2014), il vianese Andrea Zambelli (4° assoluto alla Firenze-Faenza 2015), il livornese Marco Lombardi (9° assoluto al ‘Passatore’ 2015), il teatino Maurizio Di Paolo (13° assoluto al ‘Passatore’ 2016 e primo tra gli abruzzesi), il rocchigiano Matteo Lucchese (vice campione italiano master e vincitore della Pistoia-Abetone 2015), il biellese Stefano Velatta (vincitore de la 100 km delle Alpi 2016, quarto assoluto e campione italiano master alla 100 km di Seregno 2017), il brisighellese Marco Serasini (3° assoluto alla Firenze-Faenza 2013 e 2° alla 60 Km di Seregno 2015), i russi Alexey Izmailov (3° assoluto al ‘Passatore’ 2008 ed autore del primato assoluto nel Campionato 100 Km di Mosca del 2006: 6h44’10”) e Danil Desiatnichenko, oltre al francese Hervé Seitz.
LE DONNE
Per quanto concerne il campo femminile si segnalano le croate Nikolina Sustic (vincitrice lo scorso anno in campo femminile e 3^ assoluta, stabilendo così un nuovo record), Veronika Jurisic (2^ tra le donne alla 100 Km del Passatore 2016), Marija Vrajic (campionessa nel 2013 e 2014) e Antonija Orlic. Tra le italiane si segnalano Laura Gotti (vincitrice assoluta al Trail Terre di Siena 2017 e prima tra le donne alla 50 Km di Seregno 2017) e Fabiola Desiderio (vincitrice della Coast to Coast 2015 di Sorrento).
Per quanto riguarda i premi della Cento, oltre a quelli di classifica, sono previsti riconoscimenti anche per i recordman maschile e femminile, per i gruppi podistici e per il vincitore del Gpm “Francesco Calderoni”, assegnato dall’Uoei al fondista che transiterà per primo sul Passo della Colla di Casaglia (913 metri slm, al 48° km), giungendo poi al traguardo di Faenza; il premio di miglior esordiente, dedicato alla memoria del maratoneta Simone Grassi, sarà assegnato dal fratello Davide, mentre il “Trofeo Elio Assirelli”, istituito alla memoria del presidente della Associazione scomparso nel 2009, sarà assegnato alla prima donna. Un premio sarà assegnato alla memoria di Carlino Mantovani, collaboratore de La Nazione, decano dei giornalisti della 100 Km, scomparso poco più di un mese fa.



 



Running In Rome

 

IL MARATONETA ©
notiziario in linea del Marathon Club Roma